Una corona di spine

Antonio Morra

Print Friendly and PDF

Hai presentato il dorso Tu, Signore
A chi Ti percuoteva sulle guance
Ma non hai nascosto il Tuo volto
Agli sputi e agli insulti
E tutto questo anche per me

Non salvasti Te da quella croce
Ma salvasti me da morte, o Signore
Al pentito malfattore Tu dicesti:
"Oggi stesso Io ti dico che sarai
con Me nel ciel"

Una corona di spine sul Tuo capo
Che noi vediamo esser d'oro già
Come un diadema regale nella Tua maestà
Per l'eternità

Ora Tu hai una parola pronta
Per sostenere chi ha il cuore stanco
E un orecchio sempre attento
Per udire il sospiro
La preghiera di chi viene a Te