Uccelli rapaci

Antonio Morra

Print Friendly and PDF

Tristi pensieri mi opprimono il cuor, Signor
Uccelli rapaci piombano dal ciel su di me
Per distruggere la pace e l'amor
Che hai dato a me, Signor
Infrangere il patto che hai fatto con me
Allontanandomi da Te
Come su Abramo, un'oscurità poi scenderà
Nello spavento io mi troverò, Signor
Il sole tramonta, la luce non c'è
Rapaci scendono dal ciel
Nella mia mente ansia e dolore
Mi turbano il cuore

O mio Signore io vengo a Te
Allontana Tu da me
Questi pensieri di morte e di orrore
Salvami Signor
E metti dentro me
La pace del mio Re
Niente mi separi da Te

Tristi pensieri mi opprimono il cuor, Signor
Uccelli rapaci piombano dal ciel su di me

Voglio scacciarli lontano da me
Ma è difficile senza Te
In questa notte di oscuro timore
Mi salvi il Tuo amore

(Grazie a Antonio Morra per il testo)