Ma ora io credo

Antonio Morra

Ascolta Signore la voce del cuor
Di questo mio cuore che è pieno d’error
Io voglio dirTi che sono pentito
Mi pento del male che vive in me

Da già tanto tempo volevo venire
Steso ai Tuoi piedi, la vergogna nel cuore
La forza e il coraggio mancavan però
Triste e deluso fuggivo da Te

O quanta stoltezza è vissuta in me:
L’onore e l’orgoglio e la vanità
E una voce interiore che mi applaudiva
Mi diceva sei forte, sempre vincerai

Ma un giorno mi sono trovato manciate
Di mosche perite nelle mie mani
Castelli di sabbia crollati di colpo
Miseramente e un vuoto in me

Ed allora ho iniziato a farmi giustizia
Della miseria di questa vita
Ed allora ho gridato, disperatamente:
Che la vita è una burla e che senso non ha
Che senso non ha

Ma un giorno ho saputo che c’era un Signore
Che aveva guarito migliaia di cuor
Dicevan che Egli era morto per noi
E ch’Egli era morto perfino per me

Dicevan che il vuoto che sentivo in me
Era la mia vita lontana da Lui
Perché solo in lui c’era la verità
La via e la vita e la felicità

Ed allora ho guardato tutta quella gente
Ridevo di scherzo amaro nel cuore
Non volevo credere in quella storia
Chi poteva mai esser morto per me

Avevo trovato solo incomprensioni
Tanto odio e rancori e malvagità
Perciò fino ad ora Ti ho resistito
Ti ho sempre negato, ho respinto il Tuo amor

Ma ora io credo: Tu sei morto per me
Io credo che Tu sia il Figliuolo di Dio
E ti chiedo perdono, perdono col cuore
E questa mia vita io dono a Te
Io dono a Te